Il summit mondiale contro la desertificazione

Windhoek, Namibia. Al via l’11esima Conferenza delle parti (Cop11) dell’United Nations Convention to Combat Desertification (Unccd), il summit dedicato alla lotta contro la desertificazione, un dramma che ormai coinvolge ben 1,4 miliardi di persone. Per l’occasione, il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ha annunciato la nomina della francese Monique Barbut come nuovo segretario esecutivo dell’Uncdd che succede a Luc Gnacadja, del Benin.

11esima UNCCD

La lotta alla desertificazione è una priorità ormai e la popolazione mondiale mondiale che ne patisce già oggi le conseguenze è arrivata a toccare la cifra astronomica di 1,4 miliardi di personeOgni anno vanno perse 24 miliardi di tonnellate di suoli fertili a causa dell’erosione delle terre coltivabili, mentre altri 12 milioni di ettari sono vittime di siccità e desertificazione.

Compito della Conferenza, che si basa sulla dinamica avviata con la Cop10 e sulle conclusioni del summit Rio+20, è fissare degli obiettivi in vista di un deterioramento netto dei suoli da zero e per elaborare la strategia dell’Unccd e delle sue parti interessate in vista di rafforzare le iniziative miranti a ridurre i livelli di degrado dei suoli a scala mondiale. Tra gli obiettivi anche quello di incoraggiare un più grande coinvolgimento e un più grande sostegno del settore privato nelle questioni della desertificazione.

I lavori della Conferenza si concluderanno il 27 settembre con la partecipazione di circa 3.000 delegati che rappresentano 195 parti in rappresentanza di ONG, Agenzie ONU e Intergovernative.